CAPIRE LE DONNE – I 4 COMANDAMENTI CHE TI STRAVOLGERANNO LA VITA

Aspetta, fermo lì!

So che desideri ardentemente capire le donne e so cosa stai per fare.

Stai per saltare questo paragrafo. Guardare subito i titoli dei 4 comandamenti in questione. Dare una letta rapida, come se tra 1 minuto, lo smartphone o il pc da cui stai leggendo dovessero andare a fuoco. Per poi scappare via per sempre.

Dai ammettilo… ti ho beccato!

Ad ogni modo, NON FARLO:

se ti capita di litigare ardentemente con la tua ragazza e di chiederti “PERCHE’ LITIGHIAMO?”, “COSA VUOLE??”, “COS’ E’ CHE LE PASSA PER LA TESTA??” “

se sei single, e non capisci per quale motivo al mondo C’E’ GENTE PIU’ BRUTTA E MENO INTELLIGENTE DI TE, che si ritrova felicemente fidanzata… e magari pure con una gnocca da paura!

Se addirittura non hai MAI avuto una fidanzata, e non ce la fai più ad andare avanti così

In tutti e tre i casi, questo articolo sulla psicologia femminile potrebbe rivoluzionare la tua vita, quindi prenditi almeno 13 minuti liberi, che è il minimo per riuscire a leggere queste 3156 parole (titoli compresi), e leggi con calma, dall’inizio alla fine.

Tra 8 minuti devi tornare al lavoro o a scuola?

Chiudi tutto e leggilo DOPO.

Bene benissimo:

fatte le doverose premesse, direi che possiamo cominciare a fare sul serio 😎

CAPIRE LE DONNE: PRIMO COMANDAMENTO
CAPIRE LE RAGAZZE: COS’E’ CHE LE ATTRAE
PSICOLOGIA FEMMINILE: LA MACCHINA
PSICOLOGIA FEMMINILE: I MUSCOLI
TU CAPISCI LE DONNE? INDOVINELLO
GIANDOMENICO
PANTALEO
TU CAPISCI LE DONNE? LA RISPOSTA DI NICOLAYA
COSA VUOLE NICOLAYA (COSA VOGLIONO LE DONNE)
CAPIRE LE DONNE: SECONDO COMANDAMENTO
A LEI NON GLIENE FREGA NIENTE DELLE TUE SOLUZIONI
CAPIRE LE DONNE: TERZO COMANDAMENTO
SOTTO SOTTO, SIAMO TUTTI CAVALIERI
CAPIRE LE DONNE: QUARTO COMANDAMENTO
CHI CONTRIBUISCE DI PIU’ NEL VOSTRO RAPPORTO SECONDO TE
PSICOLOGIA FEMMINILE: CHI CONTRIBUISCE DI PIU’ NEL VOSTRO RAPPORTO SECONDO LEI
PSICOLOGIA FEMMINILE: COME GIRARE LA FRITTATA A TUO VANTAGGIO
CAPIRE LE DONNE: EPILOGO
COSA FARE ORA

capire le donne

CAPIRE LE DONNE: PRIMO COMANDAMENTO

Se vorresti trovare una fidanzata, ma ti è difficile o impossibile, questo paragrafo NON devi leggerlo attentamente, ma super-attentamente. Con la stessa concentrazione che ha un leone quando scruta la sua preda.

Se, invece, tu una fidanzata ce l’hai già, vedrai che – entrare nei desideri più viscerali e reconditi della tua lei – sarà molto interessante.

Cos’è che attrae le donne:

I soldi?

Si anche, ma non sono i soldi di per sé…

La macchina?

Può aiutare, ma non è la macchina di per sé…

Allora spalle e addominali: certo, danno una mano, ma non sono quelli.

“Dai Luca… piantala di farla tanto lunga e dicci che cos’è”

Ok.

CAPIRE LE RAGAZZE: COS’E’ CHE LE ATTRAE

Una donna è attratta da quel tipo uomo che, potenzialmente, appare in grado di:

darle una prole sana;
prendersi cura di lei e dei suoi figli;

Ripeto:

Una donna è attratta da quel tipo uomo che, potenzialmente, appare in grado di:

darle una prole sana;
prendersi cura di lei e dei suoi figli;

Ancora una volta… perchè è un concetto che va assimilato per bene:

Una donna è attratta da quel tipo uomo che, potenzialmente, appare in grado di:

darle una prole sana;
prendersi cura di lei e dei suoi figli;

PSICOLOGIA FEMMINILE: LA MACCHINA

Hai presente il figlio di papà che va a prendere l’aperitivo in Porsche ed è perennemente inondato dalla fi*a?

psicologia della seduzione

Una donna non è attratta dalla Porsche di per sé – anzi, il più delle volte delle macchine non gliene può fregar di meno – ma è attratta dal fatto che se lui è in grado di mantenere una Porsche, molto probabilmente è anche in grado di mantenere lei e i suoi figli.

Attenzione! Quando dico così vengo sempre frainteso: già immagino orde di femministe accampate sotto casa mia, quindi, per evitarlo – visto che domattina devo uscire per andare al lavoro – farò una precisazione:

Care femministe, NON sto dicendo che le donne abbiano la prospettiva di diventare delle mantenute (qualcuna si però, dai, diciamoci la verità…), ma sto solo dicendo che sono attratte da un compagno in grado di proteggerle e di sostenerle – se necessario anche economicamente.

PSICOLOGIA FEMMINILE: I MUSCOLI

Hai presente l’uomo grande e grosso pieno di muscoli?

Non è attraente perchè è bello: il bello è solo una questione di proporzioni (la cara prof. Costantini sarebbe fiera di me). Anche un ragazzo basso e minuto, se ben proporzionato, è definibile bello.

Ciò che attrae è il fatto che è sano e forte, e quindi probabilmente genererà una prole sb>sana e forte.

TU CAPISCI LE DONNE? INDOVINELLO:

Ora ti faccio un indovinello:

Vediamo quanto sai capire le donne…

Se azzecchi la risposta e il motivo di tale risposta, sei un fottuto genio.

Ci sono Giandomenico e Pantaleo.

Come altezza, peso e capacità di fare sollevamenti alla sbarra non sono molto diversi.

GIANDOMENICO

Giandomenico fa l’impiegato. Lo scorso mese ha guadagnato 1648 euro, e ha appena firmato il contratto di assunzione a tempo indeterminato. E’ dolce, buono, il classico uomo che non dice mai di no. C’è bisogno che una persona stasera si fermi a fare straordinari? In ufficio sanno tutti che possono contare su Giandomenico…

E con le donne?

Le tratta come principesse, scrive loro poesie più dolci del miele, è sempre disponibile ad aiutarle, ad ascoltare le loro paranoie, a mettere da parte i suoi desideri in favore dei loro. E’ davvero quello che mia nonna direbbe un uomo da sposare.

PANTALEO

Pantaleo non lavora. Passare 8 ore in fabbrica o in ufficio a prendere ordini? MAI.

Pantaleo vive in un buco di casa popolare: piccola, sporca e scomoda. Soldi non ne ha, ma siccome conosce tanta gente – tutta pericolosa – qualche lavoretto per vivere (ovviamente illegale) lo trova sempre. Tre anni fa spaccò il naso ad un poliziotto: una giornata storta capita a tutti…

Alla luce di tutto ciò che hai letto fino a qui, secondo te Nicolaya – capelli castani, magra, seconda di reggiseno, studentessa di psicologia, tipica ragazza della porta accanto – è più attratta da Pantaleo o da Giandomenico?

Attento però:

non ti sto chiedendo con quale dei due metterebbe su famiglia, che è una decisione che prende anche con il cervello.

Capire le donne significa capire da quale dei due è più attratta, di pancia!

Hai pensato alla tua risposta?

TU CAPISCI LE DONNE? LA RISPOSTA DI NICOLAYA

Ora ci ragioniamo insieme:

mettiamo che tu sei Nicolaya (per capire una donna, devi pensare come una donna;-)). Se ti metti con Giandomenico, a te e ai tuoi figli non mancherà nulla:

casetta confortevole;
cibo
regali;
saresti trattata come una principessa.

Ma c’è un grosso problema e tu, come donna – perchè ora sei Nicolaya – te lo senti. Forse a livello razionale non sai che cos’è che non va. Ma a livello inconscio lo sai benissimo.

Ora te lo dico:

Giandomenico non è in grado di proteggere se stesso dai colleghi che gli mettono i piedi in testa e gli fanno fare sempre gli straordinari – non è in grado di proteggere se stesso nemmeno da te, che lo tratti come uno zerbino – quindi come può essere in grado di proteggere te e la tua famiglia?

Se qualcuno ti tocca, è in grado di difenderti?

Se la vicina di casa parcheggia l’auto nel tuo posto, è in grado di andare a dirgliene quattro?

Se tuo figlio viene bullizzato, è in grado di tirare fuori le palle e muovere un casino tra professori, genitori e se serve anche Tg5?

Lui no, ma Pantaleo si:

sarà anche uno str***o – ma se non lo spaventa NON lavorare, fare il criminale e spaccare il naso ad un poliziotto – le persone devono stare ben attente a dare fastidio a te e alla tua famiglia.

Ergo Pantaleo è più attraente.

Giandomenico:

come capire le donne

Pantaleo:

capire una donna

COSA VUOLE NICOLAYA (COSA VOGLIONO LE DONNE)

Ma quindi, per essere attraente, devo diventare una specie di criminale spaccaossa? ti starai chiedendo…

ASSOLUTAMENTE NO. NON DEVI NE’ DIVENTARE UN CRIMINALE, NE’ TRATTARLA MALE.

Quello che devi fare è trasmetterle le giuste sensazioni:

ci sono delle caratteristiche – che può sviluppare chiunque – che dicono all’ inconscio di Nicolaya “cara Nicolaya, questo è un uomo in grado di occuparsi di te e della tua prole”, e quindi lei ne è attratta.

Immagino tu voglia sapere quali sono queste caratteristiche.

Ora te le dico:

affidabilità;

sicurezza di te stesso;

carisma.

Quindi,cosa vogliono le donne?

affidabilità;

sicurezza di sé;

carisma;

CAPIRE LE DONNE: SECONDO COMANDAMENTO

Quando parli con la tua fidanzata, ti è mai capitato di sentirti come se stessi camminando in un campo minato, dove qualsiasi tuo minimo, insignificante passo falso, può causare un disastro di proporzioni bibliche?

ho litigato con la mia ragazza

Immagina questa situazione:

Nicolaya, la tua fidanzata, torna a casa e comincia a raccontarti che ha appena litigato con la sua cara amica Luismarida. Tu, da uomo in gamba quale sei, ancora prima che lei finisca con le sue paranoie, le dici:

“Non preoccuparti amore, ci parlo io con Luismarida”

Le hai appena risolto un problema, quindi ti aspetti come minimo un “grazie amore”, poi magari anche un bel bacio e magari – se è in giornata – anche che si sfili sensualmente il reggiseno davanti ai tuoi occhi. Giusto?

psicologia femminile

Sbagliato!

Sai cos’hai fatto?

Hai appena calpestato una mina: evidentemente tu non sai come capire le donne.

E ora?

Ora ti dirà qualcosa del tipo “tu non mi capisci”, se ne andrà arrabbiata e delusa e tu non la vedrai sfilarsi sensualmente il reggiseno per un bel po’.

Ma perchè?? – ti chiederai – le ho appena risolto il cruccio che la faceva stare male!!

il punto è che lei non è venuta da te affinchè tu indossi la tua tuta da Superman e le risolvi tutti i problemi:

A LEI NON GLIENE FREGA NIENTE DELLE TUE SOLUZIONI

Lei vuole solo che la ascolti e che le dimostri di comprendere i suoi sentimenti:

quindi, per prima cosa, LASCIALA SEMPRE FINIRE. La cosa peggiore che puoi fare è interromperla mentre ti sta parlando:

se lo fai, due sono i possibili scenari:

– IL MIGLIORE: si incazza subito;

– IL PEGGIORE: aggiunge un mattone al palazzo di rancore che sta costruendo dentro di sè.

In ogni caso, prima o poi il disastro biblico è garantito. 100%.

In secondo luogo, mentre parla, ascolta PER DAVVERO e prova PER DAVVERO a metterti nei suoi panni e a capire i suoi sentimenti.

D’altronde, come puoi capire una donna se non la ascolti?

E falle capire che la stai ascoltando!

Come?

Mentre parla, usa brevi conferme del tipo:

“si”

“uhm uhm”

“davvero!?”

“ti capisco”

“dev’essere dura”

Poi, quando ha finito, falle un breve riassunto di ciò che ha detto a tue parole. E solo allora, dopo che l’hai capita e che le hai dimostrato di capirla, puoi azzardarti a proporre una soluzione.

Quando parlano gli uomini, l’obiettivo è trovare conclusioni e soluzioni. Quando parlano le donne, l’obiettivo è esprimere le loro emozioni.

Alla luce di tutto questo il secondo comandamento è:

quando ti parla, lei non vuole che tu le dia la soluzione ai suoi problemi. Lei vuole solo che la ascolti e che capisci ciò che prova.

CAPIRE LE DONNE: TERZO COMANDAMENTO

Una sera me ne stavo comodo sul sedile del passeggero della Citroen rossa della mia ex fidanzata. Guidava lei. Era inverno. Pioveva.

Cos’è successo?

Date le sue enormi capacità di guida (Leclerc chi?), ha preso un marciapiede a 40 km/h e ha bucato una gomma.

IO: Ok dai… parcheggia che te la cambio…

LEI: No no tranquillo… non voglio che ti prendi un raffreddore per colpa mia. Chiamo il papà, lui si intende di meccanica…

Penso tu riesca ad immaginare come ci sono rimasto:

Stavolta la mina l’ha fatta esplodere lei…

in un colpo solo è riuscita a darmi del deboluccio (prendi un raffreddore) e dell’incapace (lui si intende di meccanica…).

L’epilogo?

Me ne sono rimasto mogio mogio finchè non siamo arrivati a casa sua, un freddo ciao, ho acceso la mia auto e me ne sono andato a casa con la coda tra le gambe.

E come se non bastasse, prima che parta, suo padre mi raccomanda:

“guida piano, che la strada è scivolosa…”

“Noooo… ma davvero!??” – ho pensato. Così oltre che del deboluccio e dell’incapace, tra le righe mi sono preso anche dell’impedito al volante.

coda tra le gambe

Il punto è che la mia fidanzata non l’ha fatto con cattiveria: lei pensava veramente di farmi un favore. Non si è resa conto di avermi fatto sentire inutile. Non sa che far sentire un uomo inutile, è quasi come sparargli nelle palle:

SOTTO SOTTO, SIAMO TUTTI CAVALIERI

noi uomini, sotto sotto, siamo tutti cavalieri: se c’è una damigella chiusa in un castello, circondato da un drago sputafuoco e un fiume di lava (ora mi aspetto la lettera degli avvocati di Shrek), DOBBIAMO aiutarla.

Ma quindi, cosa puoi fare se una ragazza ti fa sentire inutile e umiliato?

Nell’immediato niente: mentre le cose stanno accadendo, sei troppo emotivamente coinvolto: faresti esplodere qualche altra mina. Sarebbe una catastrofe.

Dopo 2/3 giorni, a mente fredda, ci parli con calma: lei lo deve sapere, quanto ti ha fatto stare male sentirti inutile e quanto pretendi che non succeda mai più. Mi raccomando però: pacato e costruttivo.

Alla luce di tutto questo, il terzo comandamento è:

come tu non sai capire le donne, lei non sa capire gli uomini.

CAPIRE LE DONNE: QUARTO COMANDAMENTO

4° comandamento:

Lei di contabilità non ci capisce una mazza!!

NON importa se è laureata in amministrazione aziendale, NON importa se gestisce i bilanci di una multinazionale, NON importa se è la miglior commercialista della città:

lei di contabilità NON ci capisce una mazza!

Perchè?

Ora ti faccio un esempio:

Tu e Nicolaya siete appena andati a vivere insieme:

Tu paghi l’affitto: 600 euro al mese;
Tu paghi le rate della sua macchina: 197 euro al mese
Tu paghi le rate della tua macchina (che ti serve per lavorare e quindi per pagare l’affitto): 270 euro al mese;
Tu paghi le bollette: di media 95 euro al mese;
questo mese hai anche acquistato una nuova lavatrice per 499 euro;

E Nicolaya, invece, cosa fa?

grazie al suo lavoro part time si occupa della spesa: di media 390 euro;
ti cucina la cena;
lava i tuoi vestiti;
stira i tuoi vestiti;
fa il letto dove dormite;
ti tiene pulita la casa;
ti abbellisce la casa con centri tavola, tendine e altre stupidaggini;
ecc…

CHI CONTRIBUISCE DI PIU’ NEL VOSTRO RAPPORTO SECONDO TE

Ora la domanda è – questo mese – hai contribuito di più tu o ha contribuito di più Nicolaya?

Prendiamo in mano una calcolatrice e facciamo un po’ di contabilità:

il tuo contributo è: 600 (affitto) + 197 (auto 1) + 270 (auto 2) + 95 (bollette) + 499 (lavatrice) =

1661.

Considerando che una domestica part time che faccia le stesse faccende di Nicolaya costa circa 600 euro al mese, il contributo di Nicolaya è: 390 (spesa) + 600 (faccende di casa) =

990.

Quindi, in teoria, nel vostro fidanzamento tu stai contribuendo MOLTO di più (1661 a 990), ma sarà d’accordo anche la tua cara Nicolaya?

PSICOLOGIA FEMMINILE: CHI CONTRIBUISCE DI PIU’ NEL VOSTRO RAPPORTO SECONDO LEI

Certo che no!

Perchè?

Perchè le nostre amiche donne non ne capiscono una mazza di contabilità!!

Per Nicolaya tu fai solo una cosa: lavori per pagare le spese; quindi il tuo contributo è 1.

Nicolaya, invece, fa molto di più: fa la spesa, si occupa dei tuoi vestiti, si occupa della casa, si occupa della cena; quindi il suo contributo è 4.

Siete 4 a 1 per lei!!!

Se vuoi capire le donne, devi sapere che per loro 1 gesto d’amore è 1 gesto d’amore, non importa quanto grande o impegnativo o costoso sia. Che tu le regali un i-phone o che tu le regali un mazzo di rose rosse, vale lo stesso: è sempre un gesto d’amore. Ovviamente con le giuste considerazioni:

se l’iphone è il sogno della sua vita e al contempo è allergica alle rose rosse, le cose cambiano…

Ti sembra giusto questo suo modo di ragionare?

Ti sembra giusto che lavorare 8 ore al giorno per pagare le spese, abbia lo stesso valore di preparare la cena?

Forse no… ma se sei scaltro puoi girare la frittata a tuo vantaggio.

PSICOLOGIA FEMMINILE: COME GIRARE LA FRITTATA A TUO VANTAGGIO

Come?

Con dei piccoli gesti d’amore che non ti comportano quasi nessuna fatica e ti permettono di far si che – agli occhi di Nicolaya – anche tu stai facendo 4 cose come lei.

Vuoi degli esempi?

tornando a casa da lavoro, chiamala e chiedile se serve che ti fermi a prendere qualcosa;

porta fuori la spazzatura: fatica prossima allo zero;

dalle una mano a lavare i piatti o a piegare i calzini;

vedi che sta morendo di freddo?  dalle il tuo cappotto: non deve chiedertelo lei!

qualche volta lavale l’auto;

di quando in quando regalale una rosa o un libro di cui l’hai sentita parlare con desiderio;

ecc…

capire le ragazze

CAPIRE LE DONNE: EPILOGO

Questi 4 comandamenti ti salvano la vita:

ti suggerisco di rileggere l’articolo almeno una o due volte e di fare tesoro di ogni singola parola.

Tu non hai idea dei rimpianti che mi è costato venire a conoscenza di queste informazioni.

Quante volte ho pensato tra me e me:

“cazzo!! se l’avessi saputo prima, in quella situazione non mi sarei comportato così! e sarebbe andata molto meglio!”

Ora che hai letto questo articolo, stanno forse nascendo anche dentro di te questo tipo di rimpianti?

Ad ogni modo, è ora dell’azione:

COSA FARE ORA

Se sei fidanzato ti consiglio di prenderti il libro “Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere” di John Gray, che trovi qui – di leggertelo attentamente almeno due volte e di farlo leggere anche alla tua fidanzata:

tu capirai lei – lei capirà te – e voi potrete finalmente vivere la vostra relazione con felicità ed armonia.

Non sei fidanzato e vorresti trovarti una fidanzata?

Tranquillo, non mi sono dimenticato di te;)

quello che ti suggerisco è di leggere subito questo articolo.

ATTENTO PERO’! Ti avviso subito:

Se la tua aspirazione è diventare il nuovo Dorian Gray, portarti a letto tutte le fanciulle più belle del reame e trovare reggiseni e mutandine nella cassetta delle lettere, mi dispiace amico mio, ma NON sono in grado di aiutarti. Non sono un guru della seduzione.

Se invece la tua aspirazione è trovarti una ragazza che ti piaccia nel modo più rapido possibile, senza andare in giro a fare figuracce, senza stravolgere la tua personalità e senza diventare uno zimbello, sei nel posto giusto. Leggi subito questo articolo.

Ti aspetto dall’altra parte 😉

Lascia un commento

Privacy Policy Cookie Policy