COME TROVARE UNA RAGAZZA, ANCHE SE SEI TIMIDO E SENZA FARE FIGURACCE

come trovare una ragazza

In questo post vediamo insieme il modo più facile e veloce per trovare una ragazza, da qualsiasi livello tu parta e senza andare in giro a fare figuracce.

Attenzione. Voglio mettere le cose in chiaro da subito:

Se la tua aspirazione è diventare il nuovo Dorian Gray, portarti a letto tutte le fanciulle più belle del reame e trovare reggiseni e mutandine nella cassetta delle lettere, mi dispiace amico mio, ma NON sono in grado di aiutarti. Non sono un guru della seduzione.

Io credo che vivere conquistare una ragazza e vivere una relazione amorosa sia una delle esperienze più straordinarie che la vita ci regala, quindi:

Se questa è la tua aspirazione, se vuoi trovarti una ragazza che ti piaccia nel modo più rapido possibile, senza andare in giro a fare figuracce, senza stravolgere la tua personalità e senza diventare uno zimbello, sei nel posto giusto. Continua a leggere.

Quando avrai finito di leggere conoscerai la mia storia, saprai perchè è importante che tutti sappiano come trovarsi una ragazza (anche chi ce l’ha già), saprai quali sono i tre metodi per trovare una ragazza, saprai quali sono le grosse difficoltà dei primi due, saprai quali sono i vantaggi del terzo, specie se sei timido e vuoi evitare di andare in giro a fare figuracce, nel mentre conoscerai pure qualche principio di psicologia molto utile nella conquista amorosa.

Iniziamo subito:

CHI SONO

Mi chiamo Luca e credo che riuscire a conquistare una ragazza che ci piace sia una delle esperienze più gratificanti della nostra vita e che tutti noi, compreso chi ce l’ha già, dovremmo sapere come trovare una ragazza.

So che l’ultima frase ti può sembrare un controsenso: penserai che chi è fidanzato, per forza sa come trovare la ragazza. E invece no:

Lascia che ti racconti un po’ di me, così te lo spiego…

LA MIA STORIA: PERCHE’ TUTTI, TU COMPRESO, DEVONO SAPERE COME TROVARSI UNA RAGAZZA (ANCHE CHI CE L’HA GIA’)

Alle superiori ho avuto una sola fidanzata , Sara. Dal momento in cui SARA ha conquistato ME, dentro ho sempre sentito una vocina che mi diceva “che culo che hai, non hai fatto niente e a differenza di altri che provano e riprovano senza risultati, tu hai la ragazza”. Ed era proprio così.

Ora forse pensi che io sia fortunato, io stesso lo pensavo, ma poi ho capito che non era vero:

Avevo una paura maledetta che mi lasciasse: era un terrore silenzioso, ma sempre presente, e mi stava lacerando dentro.

Ma perchè avevo questo terrore? in fondo le cose andavano bene…

il vero motivo è che sapevo che se avessi perso Sara, non sarei mai riuscito a trovarmene un’altra.

E sai cos’è successo a causa di ciò?

Mi sono trasformato in uno zerbino

si usciva quando voleva lei (io sempre disponibilissimo), dove voleva lei, come voleva lei. Quando andavamo in giro in gruppo, il gruppo era chi voleva lei, mai chi volevo io:

Non è che mi chiedeva “dopo pranzo sei libero? Ti va di uscire con me e Mara?”. Semplicemente mi comunicava “oggi pomeriggio andiamo a fare un giro con Mara”.

Non è che mi chiedeva “hai voglia di andare a prendermi qualcosa dal paninaro?” Semplicemente metteva un euro sul banco e diceva “wustel e formaggio amore”.

Quando litigavamo, di chiunque fosse la colpa, 99 volte su 100 IO dovevo chiedere scusa. E il bello è che non sapevo nemmeno per cosa! E non lo so tutt’ora!!!

Sai qual’è stato il risultato della mia fortuna? Mi ha lasciato.

Il problema è che io lo sapevo. Avevo letto che non dovevo fare lo zerbino, me lo aveva detto gente che aveva visto tonnellate di figa e che quindi aveva esperienza, ed ero CONVINTO che avessero ragione.

E allora perchè l’ho fatto lo stesso?

Perchè quando non hai alternative, quando pensi che quella lì è l’unica donna al mondo che sarà mai disposta ad uscire con te, volente o nolente, diventi uno zerbino:

ma le ragazze vogliono un maschio alfa, non uno zerbino!

E sai qual’è il modo migliore per essere un maschio alfa?

Avere la consapevolezza che sai benissimo come trovare, corteggiare e conquistare una ragazza e non grazie alla fortuna. E così, quando sei con lei, sai che come hai trovato lei puoi benissimo trovarne un’altra. E’ lei che deve stare attenta a non tirare troppo la corda perchè. se si spezza, poi sono cavoli suoi…

Per vivere una relazione sana, essere consapevoli di essere in grado di trovarsi una ragazza è maledettamente fondamentale: io l’ho provato sulla mia pelle! è per questo motivo che ora metto parte della mia esperienza al tuo servizio e ti spiego quello che secondo me è il sistema più rapido ed efficace per trovarsi una ragazza nel 2020.

COME TROVARE UNA RAGAZZA?

Ci sono fondamentalmente tre modi.

ALLARME SPOILER: quello vincente – su cui voglio puntare tutti i miei averi + il TFR di mamma e papà – è l’ultimo, ma se vuoi capire il perchè, ti consiglio di leggere tutto.

SOCIALITA’

vai dai tuoi genitori, dai tuoi zii, dai tuoi nonni o da qualunque coppia e chiedigli come si sono conosciuti. Davvero prova!

Scommetto che la maggior parte si sono conosciuti ad una festa o tramite amici. Quello che intendo per socialità è proprio questo: fai cose, conosci gente e prima o poi (più poi che prima) una donna la trovi.

VANTAGGI DELLA SOCIALITA’

Immagina di essere il più figo del mondo, stai camminando per strada, vedi una bella potenziale fidanzata e decidi di approcciarla:

Sai quali sono i suoi primi pensieri?

“cosa vuole questo?” “devo sentirmi in pericolo?”

capisci?

Lei tende a stare sulla difensiva. E non importa se tu sei il più figo del mondo…

Immagina invece che la stessa ragazza te la presenta un amico: lei si fida di questo amico, quindi non ha motivo di avere paura di te. Poi se non si ferma a fare due chiacchiere passa per maleducata, quindi:

  1. il vantaggio della socialità è che la ragazza che ti viene presentata è naturalmente disposta a parlare con te e a conoscerti, altrimenti sarebbe una maleducata;
  2. se hai tanti amici, hai un’entrata costante come la pensione di tua nonna di nuove conoscenze femminili, anche senza fare nulla.

SVANTAGGI DELLA SOCIALITA’

Avere un buon giro di amicizie NON è facile:

Hai presente quelle persone che entrano in una stanza affollata e cominciano ad attaccare bottone con tutti, mentre tu, che sei lì da un’ora, non hai spiaccicato mezza parola?

Quel tipo di persona, sicuramente ha un bel giro di conoscenze.

Però attenzione, forse ora tu ti stai chiedendo: ma allora anche tuo padre, tuo nonno o il tuo amico fidanzato sono quel tipo di persona?

Assolutamente no, non necessariamente, vuoi sapere come hanno fatto?

Con il tempo! Fai cose, conosci gente, fai esperienza e prima o poi una ragazza la trovi!
Ti avverto, dipende da che livello parti: potrebbe volerci un mese, come un anno come due anni, se non ti scoraggi prima. Ma vuoi davvero aspettare e sputare sangue per tutto questo tempo?

Non te lo consiglio, anche perchè ci sono altri due problemi:

1) l’orbita attrattiva dei maschi alfa:

Devi sapere che le ragazze quando ti conoscono, ti catalogano subito:
– potenziale partner sessuale;
– NON potenziale partner sessuale;

In un gruppo di cinque o sei amici, di solito ci sono solo uno o due maschi alfa. Per esperienza posso dirti che molto spesso solo loro vengono catalogati come potenziali partner sessuali.

Ma non è finita qui

Immagina che siete un gruppo di cinque ragazzi che conosce un gruppo di cinque ragazze, tutte single e disponibili:

la giustizia sarebbe una a testa, ma il mondo non funziona così: la brutale verità è che i due maschi alfa molto probabilmente riuscirebbero ad averle tutte e cinque, mentre gli altri tre resterebbero a bocca asciutta.

Ma c’è un ancora un altro problema, quello più importante

2) il linguaggio del corpo

sai qual’è uno dei segreti, il primo per importanza, che persuade la ragazza con cui stai parlando a catalogarti tra i potenziali partner sessuali?

Il linguaggio del corpo: ogni tuo movimento deve trasudare sicurezza ed affidabilità.

Ma qui il rischio è grandissimo:

tu puoi benissimo seguire i consigli dei vari guru di seduzione che ti dicono mani aperte, petto in fuori e voce calma e profonda, ma se quando sei davanti alla ragazza che ti piace, sei talmente in ansia che non ce la fai a smettere di tremare…. tutto inutile. Ai suoi occhi appariresti solo ridicolo.

E che provino loro, i guru di cui sopra, se ne sono capaci, a spiegare al tuo cervello che non deve farti tremare….

Sai qual’è il modo più rapido per acquisire il giusto linguaggio del corpo?

IL GIUSTO LINGUAGGIO DEL CORPO: IL MODO PIU’ RAPIDO PER ACQUISIRLO

Ora te lo dico

la risposta è avere già in rubrica qualcuna desiderosa di uscire con te.

Solo il fatto di sapere che c’è già qualcuna interessata a te, ti da una grossa marcia in più in fatto di sicurezza.

Ma avrai già capito qual’è il problema:

per avere già in rubrica qualcuna desiderosa di uscire con te, devi approcciarla e per approcciarla ti serve un buon linguaggio del corpo.

Capisci il paradosso?

Se non c’è già qualcuna disposta ad uscire con te, non hai la giusta sicurezza per chiedere ad una ragazza di uscire. Ma se non hai la giusta sicurezza per chiedere ad una ragazza di uscire, non avrai mai qualcuna disposta ad uscire con te.

Questa situazione ce la spiega scientificamente lo psicologo e professore Robert Cialdini nel suo libro le armi della persuasione:

una delle armi della persuasione è la riprova sociale, che dice che se una cosa è desiderata da tante persone, noi pensiamo che quella cosa valga tanto, e fino a qui nulla di strano.

Ma ora proviamo ad applicare il principio su di te: se sei già desiderato da una o più ragazze (riprova sociale), pensi di valere tanto e questo pensiero ti dà la sicurezza di te stesso necessaria per l’approccio.

Vuoi sapere come risolvere questo paradosso? continua a leggere.

APPROCCIARLA A FREDDO

hai mai visto quei video americani “wonna play a really quick game for a really quick kiss?”

Ho una notizia per te: sono tutte cazzate.

Comunque sappi che fermare una ragazza per strada, rompere il ghiaccio, farci due chiacchiere e in cinque minuti ottenere il numero è fattibilissimo. Ma devi saperlo fare…

Io stesso, dopo che Sara mi ha mollato e che ho sofferto come un cane per un bel po’, un notte, prima di addormentermi, mi sono detto:

“ora basta! Sara può andare affanculo. Devo trovarmene un altra.”

Forte della mia determinazione, Due giorni dopo ho comprato (30 euro) un libro che spiegava come trovare la fidanzata, e ho provato a mettere in pratica i consigli che ho letto:

La teoria era anche valida: la prima volta chiedi solo un informazione, poi due chiacchiere e poi ci provi, in modo da avere un aumento progressivo del carico di difficoltà.

Vuoi sapere com’è andata?

APPROCCIO A FREDDO: IL MIO FALLIMENTO

vado in stazione in una città abbastanza grande a 30 km da casa mia dove nessuno mi conosce, e comincio a guardarmi in giro. La ragazza non solo deve essere sola: non deve esserci nessuno intorno (cosa molto facile in una stazione, vero?) e non deve essere troppo attraente, perchè ciò mi mette a disagio.

Nonostante le mie pretese fuori dal mondo, trovo le candidate, ed ecco il responso:

– chiedere un informazione: nessun problema

– fare due chiacchiere: più o meno ok, ma proprio due chiacchiere di numero…

provarci: dopo cinque rifiuti, sono talmente scoraggiato che non riesco a proseguire. In quel momento ho pensato che gli unici rapporti sessuali che avrei MAI avuto da lì in poi, sarebbero stati pagando. E non avevo nemmeno un lavoro!!!

Sai qual’è stato il vero problema?

Lo stesso che ti ho detto prima: per chiedere ad una ragazza di uscire, ci vogliono il giusto linguaggio del corpo e la giusta sicurezza. Il modo più facile e veloce per averli è sapere che c’è già qualcuna disponibile ad uscire con te.

ma come fai a conoscere già qualcuna disponibile ad uscire con te se non riesci a convincere nessuna ad uscire con te?

La risposta alla domanda è il terzo metodo: quello che ho usato io per iniziare e che consiglio anche a te.

Oggi, grazie al metodo che ti sto per dire, penso proprio che non dovrò MAI pagare i miei rapporti sessuali.

IL FAMIGERATO TERZO METODO: I SITI DI INCONTRI

lo so. Avrai letto ovunque che “siti di incontri truffa“, “i profili sono falsi“, “sono tutte escort“, “è impossibile trovare una ragazza così“…

SITI DI INCONTRI: SONO UNA TRUFFA?

Lascia che ti dica la mia:

– sono una truffa: non è vero. Di certo non i due che ti consiglio io;
– i profili sono falsi: una bassa percentuale;
– sono tutte escort: una irrisoria, trascurabile percentuale;
– è impossibile trovare una ragazza così: e perchè io ci sono riuscito più di una volta?

Chi scrive queste recensioni le scrive perchè non è capace di usarli:

– ha foto fatte male;
– scrive a tutte ciao o hey;
– fa mille complimenti al primo messaggio solo per avere, anzi per comprare attenzione;
– gestisce la conversazione in un modo che farebbe cader le palle anche a mia nonna;

e poi si stupisce che gli rispondano solo escort e truffatori???

Torniamo a noi

Se avessi usato i siti di incontri 3 o 4 anni fa, avrei fatto gli stessi errori di queste persone , quindi, se tu hai provato a usare i siti di incontri, hai fatto gli errori di cui sopra e ti è andata da schifo, sappi che ti capisco.

Ma io so che tu hai un grosso vantaggio rispetto a tutti gli altri: l’autoefficacia, ovvero il volerti impegnare per migliorare le cose.

E sai come lo so? Semplice, uno che legge fino qua, è uno con le palle.

Quindi ora sei pronto a sapere uno dei motivi i siti di incontri sono una bomba:

SITI DI INCONTRI: PERCHE’ SONO UNA BOMBA

LA BASSA QUALITA’ DELLA CONCORRENZA

ci sono molti più uomini che donne, ma la maggior parte di essi non hanno l’autoefficacia, che tu e io invece abbiamo. Non sanno cosa scrivere, non fanno nulla per impararlo e quindi agli occhi delle ragazze appaiono come dei rincoglioniti. Questo per te e per me è un grandissimo vantaggio perchè nonostante la quantità di concorrenza maschile, la qualità generale è bassa e emergere non è difficile.

una volta per tutte: i siti di incontri funzionano benissimo, basta saperli usare

SITI DI INCONTRI: HO PAURA AD ISCRIVERMI

Ora ti racconto un altro aneddoto su di me:

Per riuscire a prendere la decisione di iscrivermi su un sito di incontri mi ci sono voluti MESI. Sai qual’era la mia più grande paura?

Dicevo a me stesso “e se mi vedono i miei amici? Cosa gli dico? Mi prenderanno in giro?”

sono andato avanti per mesi attanagliato da questi dubbi quando, in uno di quei momenti neri in cui ti odi e vorresti buttarti da un ponte, mi sono detto: “se mi vedono, che vadano affanculo. Non me ne frega niente”. E così mi sono iscritto.

Pensa a questo:

nel mondo del business ti insegnano a soppesare ogni decisione in termini di potenziale rischio e potenziale beneficio:

– potenziale rischio: qualche tue amico un po’ stronzo ti vede e va a dirlo ai quattro venti.

– potenziale beneficio: riesci a trovare la ragazza. Quel grande problema che ti ha attanagliato per anni è finalmente risolto. Hai qualcuno con cui andare a fare shopping al centro commerciale. Hai qualcuno con cui parlare dei tuoi pensieri più intimi. Hai qualcuno da stringere forte forte al tuo petto. Hai qualcuno da spogliare e far godere.

Al mio primo successo, oltre alla felicità per aver qualcuno da tenere tra le mie braccia, mi sono sentito leggero: avevo risolto quello che allora era il più grande problema della mia vita. Mi sentivo un supereroe: se ero riuscito a vincere lì, potevo vincere ovunque.

E ne sono convinto ancora oggi

citando Marty McFly di Ritorno al Futuro: “se ti ci metti di impegno, non c’è risultato che tu non possa raggiungere”.

Se quanto ho appena scritto non ti basta, prendi carta e penna e facciamo insieme un’analisi delle probabilità:

– probabilità che un tuo amico ti veda su un sito di incontri: molto basse, perchè gli uomini vedono solo le donne e viceversa. Se ti vede dovrebbe spiegare perchè va sui siti di incontri a cercare i profili degli uomini…

– probabilità che una tua amica ti veda su un sito di incontri: si, ci sono, ma la tua amica è come te, non vuole che si sappia in giro che lei usa questi mezzi: se sputtana te, si sputtana anche lei. Quindi credimi che ben si guarderà dal farlo.

>Mettiamo invece, cosa molto improbabile, che si avveri lo scenario peggiore: qualcuno ti vede e lo dice in giro. I tuoi amici o tuo cugino o tua sorella ti chiedono “ma perchè ti sei messo su un sito di incontri?”

Fagli un bel sorriso, di quelli genuini, che scioglierebbero i pupazzi di neve, e digli la verità:
“sto cercando una fidanzata”.

Solo questo dovrebbe stenderli. Se non è così, fregatene: lascia che dicano quello che vogliono, perchè il fatto che tu riesca a trovare la felicità è molto più importante di quello che pensano loro.

Ma proseguiamo. Ora ti dico tutti gli altri motivi che mi hanno persuaso ad iniziare con i siti di incontri.

SITI INCONTRI: I VANTAGGI

LE RAGAZZE, COME TE, SONO LI’ PER UN MOTIVO BEN PRECISO

Devi sapere che quando fermi una ragazza per strada per approcciarla, si chiederà subito due cose:

1) cosa vuole questo da me?
2) Devo spaventarmi?

Non serve essere psicologi: queste due domande sono talmente palesi che gliele leggi in faccia.
Dopo di che comincia a cercare mentalmente dei motivi per rifiutarti, sai… le donne sono fatte così…, poi se sei così bravo che non li trova, è tua.

Nei siti di incontri non è così! siete entrambi lì per quello: lo sa benissimo cosa vuoi!!!

Ma non è finita qui:

PUOI APPROCCIARE SENZA CURARTI DEL LINGUAGGIO DEL CORPO

Immagina che è estate, vai a prenderti un bel gelato per i fatti tuoi e vedi una bella mora seduta, con pantaloncini cortissimi e scollatura vertiginosa, che si gusta il suo cono al cioccolato.

Immagina di doverla approcciare: devi dirle che ti piace e devi chiederle di uscire. E lì è pieno di gente: vecchie che parlano, la mamma con le bimbe, due ragazzi spavaldi già pronti a riderti dietro…

Se sei come ero io, ti è già venuta l’ansia solo a leggere queste parole.

Dimmi la verità: di tutti i maschi che conosci (compresi quelli fidanzati), secondo te quanti sarebbero in grado così, dal nulla, di approcciare e uscire con quella ragazza?

Riuscirci non è impossibile, ma è molto difficile e se sei timido e non hai molta esperienza, o magari non sei timido ma non riesci lo stesso ad avere successo, credo che ti convenga iniziare dalle cose più semplici:

Sono sempre di più le coppie che si conoscono online: una ricerca della Imperial College Business School di Londra sostiene che nel 2037, cioè tra circa una generazione, metà delle coppie si saranno conosciute online!
Un’altra autorevole conferma che questo mondo è una miniera d’oro: sfruttala subito!

Ma torniamo alla ragazza del gelato. Vuoi sapere cosa devi dirle per indurla ad accettare di uscire con te?

Quello che ti pare! Tanto non cambia nulla… Se quello che le dici fosse davvero così importante, ci basterebbe imparare quattro frasette a memoria e saremmo tutti fidanzati e felici.

Ma non è così

La cosa davvero importante è come glielo dici: il tuo linguaggio del corpo, il tono e l’inflessione della tua voce, il tuo sguardo, la tua capacità di trasmetterle emozioni.

Ci sono guru che ti spiegano per filo e per segno come tenere le mani, come tenere le braccia, come tenere il busto, come parlare… ma sai qual’è il problema?

Tu non puoi ordinare alla tua mente di non provare ansia. E se la tua mente prova ansia, quell’ansia si riversa sul tuo corpo: cominci a sudare, a tremare, ad avere dei tic, ti senti stupido…. e a quel punto pufff, le tue possibilità di successo sono svanite nel nulla.

E’ per questo che dico sempre che l’approccio è la fase più difficile: immagina che la ragazza del gelato, nonostante tutta la tua insicurezza, ti dica con la sua voce sexy “si, mi piaci anche tu, voglio uscire con te e stringerti forte!”

Da quel momento il linguaggio del corpo, la voce, lo sguardo e tutto il resto non sono più un problema: una ragazza bellissima ti ha appena detto che vuole stringerti forte! Ti senti il re del mondo! E il tuo linguaggio del corpo è da re del mondo.

Ed è proprio qui il grandissimo vantaggio dei siti di incontri:

Ti basta saper creare un buon profilo e sapere cosa scriverle per riuscire ad ottenere un appuntamento, senza i problemi del linguaggio non verbale. Quando poi uscite insieme sei già riuscito a convincerla che sei un potenziale partner, e questo ti da una bella dose di sicurezza in più, ma non è solo questo!

QUANDO VI INCONTRATE, LEI E’ GIA’ BEN DISPOSTA NEI TUOI CONFRONTI

C’è dell’altro: quando vi incontrate lei è lì perchè vuole vederti. Non trovi tutte le barriere che troveresti nell’approcciare una sconosciuta. Lei è già ben disposta nei tuoi confronti e ciò basta a metterti a tuo agio: non cominci sudare, non tremi e non hai l’ansia del rifiuto.

E’ tutto molto naturale e ce lo conferma anche il nostro amico psicologo e professore Cialdini. Nel suo libro, le armi della persuasione, oltre alla riprova sociale c’è l’arma del principio della coerenza:

noi esseri umani tendiamo, dopo aver preso una decisione, a cercare elementi che ci confermino che quella che abbiamo preso è stata una buona decisione.

Ti riassumo l’esempio che fa Cialdini nel libro, perchè rende l’idea maledettamente bene:

E’ la storia della sua vicina di casa, Sara.

Sara conosce Tim sul lavoro, cominciano ad uscire insieme e vanno a convivere.

Ma la vita con Tim non è per nulla facile:

Tim perde il lavoro, inizia a bere e non ci pensa nemmeno di accettare di sposarla.

La situazione degenera e Sara caccia di casa il Tim.

Un giorno Sara, che ora è sola, riceve una telefonata: è una sua vecchia fiamma, che chiameremo George.

George e Sara ricominciano a vedersi e in men che non si dica stampano gli inviti per la cerimonia di nozze.

Sembra tutto un idillio, quando all’improvviso si fa vivo Tim: dice che è pentito, che la rivuole, che non bevrà mai più. Insiste, insiste finchè non la convince: Sara rompe il fidanzamento con George e torna con Tim.

Vuoi sapere cosa succede dopo?

Tim non smette nè di bere, nè se la sposa, ma Sara è più innamorata che mai.

E’ il principio della coerenza: Sara per Tim ha rotto il fidanzamento con un altro, ha rinunciato al matrimonio, quindi, per coerenza con queste decisioni, Tim deve essere la persona più importante per lei. E lei ne è convinta!

fonte: Cialdini, Robert B.. Le armi della persuasione (Orizzonti) (Italian Edition) (p.66). Giunti. Edizione del Kindle.

per la ragazza con cui esci è lo stesso: dopo aver accettato l’appuntamento, tenderà a vedere solo gli elementi che le confermano che ha preso un’ottima decisione.

Ma attento… non è tutto oro quello che luccica

CONCLUSIONI

Ok, i siti di incontri saranno anche una bomba, ma sai qual’è la realtà dei fatti?

9 uomini su 10 si iscrivono e non cavano un ragno dal buco:

ma questa è un altra storia… se vuoi conoscerla e soprattutto se vuoi elevarti a quel 10% degli uomini che riescono a trovare la fidanzata sui siti di incontri, il modo più rapido che oggi esiste, ti consiglio di leggerti questo post.

Lascia un commento

Privacy Policy Cookie Policy